Assaggio d’autunno

Un tuffo in Valle d’Aosta, nei dintorni di Morgex, per navigare nel bacino idrografico racchiuso dalle due creste del Mont Colmet e del Mont Chavret, ove si trovano i laghi di Pietra Rossa e di Arpy. Abbiamo partecipato all’escursione interregionale del CAI (Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta). Una bellissima occasione per condividere in compagnia (oltre 120 partecipanti!) l’inizio dell’autunno circondati da colori entusiasmanti.

Siamo partiti dal Colle San Carlo per raggiungere prima il Col Croce e poi la Punta omonima. Sebbene qualche nuvola innocua abbia oscurato un po’ il cielo, siamo comunque riusciti a godere degli ampi panorami che si possono ammirare percorrendo la cresta che congiunge questi due punti notevoli. La catena montuosa del massiccio del Monte Bianco è lì, a portata di mano, e trasportata nei nostri sogni dai vapori autunnali.

Assaggio d’autunno slideshow

Continua a leggere “Assaggio d’autunno”

Le Alpi in fiore

L’anno che va terminando non è solo stato eccezionale per le nevicate copiose che non si vedevano da decenni. Tutta quella massa di acqua caduta dal cielo ha impregnato la terra come una spugna e in primavera, ma anche in tarda estate, è stata una magnifica esplosione di colori. Le nostre Alpi si sono letteralmente ammantate di mille fioriture. Un valzer di odori, forme, fantasia… In un anno così “ricco”, queste splendide creature ci hanno costantemente sussurrato, passo dopo passo, una verità fondamentale: la nostra vita è diversità.

Rivedremo questi fiori ancora così vivi e intensi il prossimo anno? Tutto dipenderà dal clima e dall’acqua che scenderà dal cielo.

Vi propongo un piccolo viaggio lungo i mesi della primavera-estate 2009. Ad ogni escursione vi lascio le foto di quel meraviglioso e prezioso segno di vita per non dimenticarci di quanto ci stiamo giocando in questa nostra epoca.

Continua a leggere “Le Alpi in fiore”

La passione paura

Quello che trovate qui di seguito credo sia perfettamente in tema con gli ultimi post sul Piano di Vassola.

Trovare connessioni con altri “mondi” è sempre un’esperienza importante che mi lascia un barlume di speranza per una vita migliore.

Oggi lo sguardo è quello di Elena Pulcini, filosofa, che presenterà il suo ultimo libro “La cura del mondo” sabato prossimo al Circolo dei Lettori di Torino durante il programma di Torino Spiritualità.

Continua a leggere “La passione paura”

Orizzonti di senso

Quest’estate, navigando tra i monti, sovente ascoltavo affermare tra gli escursionisti: “Speriamo che  ad agosto le temperature non saranno troppo torride, così almeno i ghiacciai ed i nevai resisteranno fino all’inizio delle nuove nevicate“.

E’ vero, la nostra speranza, di noi escursionisti, è quella di ritrovare, come un tempo, una montagna più vera o, meglio, più riconoscibile. Forse il termine corretto è leggibile. Un montagna che riesca ancora a farsi capire per chi la frequenta da tempo e che di conseguenza ha interiorizzato una sorta di “mappa” mentale che permetta un dialogo con essa: lì il torrente, dove posso riempire la borraccia, lì la passerella che mi permette di attraversarlo, più in alto i nevai da solcare e che restituiscono alla pianura l’acqua accumulata in inverno. Poi, ancora più sù, i ghiacciai, anticamere delle vette e custodi di quella risorsa insostituibile e assolutamente necessaria per la nostra vita: l’acqua.

Continua a leggere “Orizzonti di senso”

Annibale Salsa e le identità da indossare

[…] Per “salvare” le Alpi bisognerà essere molto aperti sul piano delle nuove culture (anche migratorie) e dell’innovazione (anche tecnologica). Ma soprattutto occorrerà far propria una visione del mondo capace di valorizzare le differenze ed eliminare le separazioni, specie se – come conclude Salsa – nella relazione con la montagna “si realizza la pienezza del rapporto a tre livelli fra natura, relazioni sociali e interiorità soggettiva… La montagna può realizzare anche sul piano psichico quell’esperienza olistica che altre visioni alla moda  hanno eluso o apertamente confutato”.

Chissà che, dopo tanto sognare e tanto ridimensionare, non si impari a vedere le Alpi come un pezzo del nostro mondo, solo più fragile e più bisognoso di intelligenze.

Enrico Camanni – settembre 2007

Continua a leggere “Annibale Salsa e le identità da indossare”