Letture ed appuntamenti

Eccovi alcune cose interessanti…

L’ultimo numero della rivista bimestrale “Panorami – vallate alpine” (numero di Gennaio – Febbraio) pubblica un bellissimo articolo di Gian Marco Mondino sulle pietre che raccontano nelle Valli di Lanzo: è uno stupendo viaggio alla ricerca di quei segni importanti, sia lasciati dall’uomo e sia lasciati dalle forze naturali, che ci possono far comprendere un qualcosa in più della cultura di quei luoghi; tra l’altro Mondino ci offre degli spunti favolosi per effettuare un escursionismo intelligente e sicuramente molto appagante: un’ottima lettura per uscire dal déjà-vu.

La pietra, osserva Claude Lecouteux, uno dei maggiori studiosi dell’argomento, ricorre in modo costante nelle credenze e nelle tradizioni dei popoli europei, onnipresente nella storia umana con forme e poteri disparati, dalla Bibbia alla mitologia greco-romana ed alle leggende medievali. In tutta l’Europa meridionale, tra i popoli pre-indoeuropei, il culto della pietra fu così radicato da influenzare i conquistatori successivi, che ne continuarono certi moduli di espressione del sacro, in primo luogo nei megaliti. Le pietre erano viste non come elementi inanimati, ma nate dalla madre-terra, di cui conservavano ed emanavano i poteri e le energie vitali (G. Barbadoro – R. Nattero, “Il Cuore antico”, 2010). Perciò, in quanto sede di forze soprannaturali, esse erano capaci di proteggere, guarire ed esaudire, e come tali erano venerate. […]

La rivista Panorami-Vallate alpine la trovate in edicola (€ 3,50). Ho provato a chiedere via mail l’autorizzazione a pubblicare l’articolo su questo blog. Vediamo se mi risponderanno. Leggi il resto dell’articolo