Letture ed appuntamenti

Eccovi alcune cose interessanti…

L’ultimo numero della rivista bimestrale “Panorami – vallate alpine” (numero di Gennaio – Febbraio) pubblica un bellissimo articolo di Gian Marco Mondino sulle pietre che raccontano nelle Valli di Lanzo: è uno stupendo viaggio alla ricerca di quei segni importanti, sia lasciati dall’uomo e sia lasciati dalle forze naturali, che ci possono far comprendere un qualcosa in più della cultura di quei luoghi; tra l’altro Mondino ci offre degli spunti favolosi per effettuare un escursionismo intelligente e sicuramente molto appagante: un’ottima lettura per uscire dal déjà-vu.

La pietra, osserva Claude Lecouteux, uno dei maggiori studiosi dell’argomento, ricorre in modo costante nelle credenze e nelle tradizioni dei popoli europei, onnipresente nella storia umana con forme e poteri disparati, dalla Bibbia alla mitologia greco-romana ed alle leggende medievali. In tutta l’Europa meridionale, tra i popoli pre-indoeuropei, il culto della pietra fu così radicato da influenzare i conquistatori successivi, che ne continuarono certi moduli di espressione del sacro, in primo luogo nei megaliti. Le pietre erano viste non come elementi inanimati, ma nate dalla madre-terra, di cui conservavano ed emanavano i poteri e le energie vitali (G. Barbadoro – R. Nattero, “Il Cuore antico”, 2010). Perciò, in quanto sede di forze soprannaturali, esse erano capaci di proteggere, guarire ed esaudire, e come tali erano venerate. […]

La rivista Panorami-Vallate alpine la trovate in edicola (€ 3,50). Ho provato a chiedere via mail l’autorizzazione a pubblicare l’articolo su questo blog. Vediamo se mi risponderanno.

____________________

Un articolo che riguarda un referendum sulle seconde case in Svizzera è stato scritto da Enrico Camanni sabato scorso sul quotidiano La Stampa: davvero sempre molto interessanti le riflessioni che ci propone Camanni soprattutto quando si sofferma, in questo caso, sulla difficoltà della visione urbanocentrica di mescolarsi con le realtà locali.

[…] Ancora piu’ importanti sono le conseguenze culturali della seconda casa, che significa “portarsi dietro la città” e abitare la montagna come in un bozzolo, una capsula protetta, senza sentire il bisogno di confrontarsi con la realtà locale. Il lungimirante prete valdostano Amé Gorret aveva già capito tutto alla fine dell’Ottocento, quando scriveva: “Un viaggiatore che parta per la montagna lo fa perché cerca la montagna, e credo che rimarrebbe assai contrariato se vi ritrovasse la città che ha appena lasciato“.[…]

  Ecco l’articolo rintracciato grazie all’archivio storico del quotidiano La Stampa (http://www.archiviolastampa.it/).

____________________

Il ghiacciao di Ciardoney (foto SMI del 14.09.2011)

“In occasione della Giornata Mondiale della Meteorologia la Società Meteorologica Italiana onlus inaugura la diffusione in rete dei dati della stazione meteorologica installata a quota 2850 m di fronte al Ghiacciaio Ciardoney, Parco Nazionale Gran Paradiso, Val Soana, provincia di Torino (http://nimbus.csp.it/ghiacciaio.php).

La stazione automatica, alimentata a celle solari, misura temperatura, umidità relativa, velocità e direzione del vento, radiazione solare, precipitazioni e livello idrometrico del torrente glaciale ed è dotata di webcam. E’ stata installata nel 2010 a fini di ricerca presso un ghiacciaio monitorato dal 1992 nell’ambito del World Glacier Monitoring Service, con finanziamenti provenienti dal 5×1000 e dalla Fondazione CRT e l’appoggio logistico di Iren Energia, che gestisce gli impianti idroelettrici della Valle Orco, nonché dell’Ente Parco Nazionale Gran Paradiso.”

Diretta Video 23 marzo 2012 ore 11.

Ulteriori info su http://nimbus.csp.it/

____________________

Gp Castellano (blog Ventefioca) sabato 24 marzo, alle ore 10.00, in occasione del Premio letterario nazionale di narrativa 2011 “In poche parole…parco“, verrà premiato al Museo Regionale Scienze Naturali di Torino come autore di un racconto pubblicato nell’omonima antologia. Iniziativa questa nata in ricordo di Luciano Rota che ha dedicato un’intera vita all’ambiente.

Tutte le informazioni le trovate leggendo la locandina della premiazione.

Qui invece il post di Gp: http://ventefioca.wordpress.com/2012/02/21/un-parco-in-poche-parole/

Info Beppeley
Un amante della montagna, quella vera, non quella stereotipata della neve e dello sci. Accompagnatore del CAI, mi piace fare escursioni in tutte le stagioni cercando di vedere con occhi nuovi la montagna, trasformando la mia "vista" da cittadino adulto in quella da bambino che scopre cose nuove.

2 Responses to Letture ed appuntamenti

  1. serpillo1 says:

    Grazie per le interessanti segnalazioni! Tra l’altro , l’articolo di Gian Marco Mondino e’ corredato da belle foto.

    Serpillo1

    "Mi piace"

  2. Pingback: L’impercettibile sussurro delle pietre « I camosci bianchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: