L’arte antica di Chialamberto

Ricevo dal C.A.I. di Ala di Stura un volantino che mi informa della seconda edizione della “Sagra d’li sautissè” che si svolgerà domenica 24 giugno  a Chialamberto (To).

Mi è piaciuto questo passaggio dell’articolo scritto da Giuliana Lonardi  per il settimanale Il Risveglio in occasione della prima edizione di questa iniziativa (2011):

“[…] E’ il ritorno all’arte antica,  a quell’unione mitica tra sapienza e memoria.  E’ qui la chiave: per chi viene da fuori, presentato così come domenica, Chialamberto è un “bel Paese”, un paese vivo, attraente, perchè ha creduto in se stesso,  se vogliamo – per usare una metafora psicologica – ha ricominciato ad amarsi e quindi è stato amato anche dagli altri […]”

Insieme a momenti di svago, golosità, tradizioni e vita di un tempo, domenica si può anche visitare la mostra “La vita e il lavoro dei salumieri” a cura dell’associazione Donne di Chialamberto, una collezione di cartoline d’epoca “Chialamberto…un tempo” a cura di Massimo e Luca Gino e la mostra “Storia del paesaggio naturale della Val Grande di Lanzo: itinerari alla scoperta degli elementi dell’origine” a cura del Centro di Documentazione Alpina Luigi Vaccarone e degli alunni di quarta e quinta della scuola primaria di Cantoira.

Qui il volantino con tutti i dettagli della Sagra.

Chialamberto ha un campanile romanico che è alto 28 metri e risale al Secolo XI. Ad erigerlo sono stati i monaci benedettini che colonizzarono le nostre vallate inospitali ed insalubri. A quel tempo si chiamavano Valli Mategasche perche’ dipendevano dal Priorato di Mathi.

Nel febbraio del 2002 la ditta Castagneri Saverio di Lanzo si è occupata del restauro e manutenzione straordinaria del campanile.  L’intervento è stato promosso dall’Associazione Donne di Chialamberto ed è stato sponsorizzato dai Lions Club Valli di LanzoLions Club Ciriè d’Oria e Settimo Torinese.

Info serpillo1
Frequento praticamente da sempre le Valli di Lanzo, mi piace "rallentare", nel mio tempo liberato, facendo escursionismo tutto l'anno. Sono accompagnatrice nel C.A.I.

3 Responses to L’arte antica di Chialamberto

  1. Beppeley says:

    Mi piace molto quello che scrive la Lonardi:

    “[…] perchè ha creduto in se stesso, se vogliamo – per usare una metafora psicologica – ha ricominciato ad amarsi e quindi è stato amato anche dagli altri […]“.

    Vorrei aggiungere che per imparare ad “amarsi” è necessario fare un lungo percorso di conescenza prima di tutto verso noi stessi.

    Spero vivamente che chi vive in quelle valli stupende sappia trovare il coraggio per conoscere fino in fondo il loro territorio, la loro geologia, la loro storia, le loro montagne, la loro natura così straordinariamente ricca di tesori. Conoscere se stessi in relazione al proprio paese, al proprio mondo. Al proprio luogo.

    Ieri, su La Stampa, ho letto parole cosmiche da parte di Alessandro D’Avenia in merito alla maturità: http://www.profduepuntozero.it/2012/06/19/maturit-unanima-antisismica/

    Soprattutto mi è piaciuto tanto quando ha scritto:

    […]”Ad Alcibiade che afferma: «Conoscere se stessi molte volte, Socrate, mi è sembrata una cosa alla portata di tutti, molte volte, invece, assai difficile», il maestro risponde: «Tuttavia, Alcibiade, che sia facile oppure no, per noi la questione si pone così: conoscendo noi stessi potremo sapere come dobbiamo prenderci cura di noi, mentre se lo ignoriamo, non lo potremo proprio sapere»”. […]

    Amare il proprio territorio significa anche conoscere se stessi.

    Mi piace

  2. Beppeley says:

    Feste e sagre, l’Italia si ritrova tra gadget, storia e riti perduti

    Un calendario ricco di appuntamenti da nord a sud, dove si possono trovare operazioni puramente commerciali, che resuscitano radici stra-morte o ne inventano di posticce (spesso medievali), e le ricorrenze vere, che affondano realmente nei secoli passati. Modi diversi per presidiare le diversità dialettali o culinarie del Paese

    di PAOLO RUMIZ

    http://www.repubblica.it/cronaca/2012/06/22/news/rumiz_sagre-37726990/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: