La Cappella di San Bartolomeo

Cappella S.Bartolomeo – Cresto (fraz. di Ala di Stura)

Mi hanno sempre commosso le chiesette di montagna, simbolo di fede religiosa intensa e di vita comunitaria.

La Cappella di San Bartolomeo nella frazione Cresto (Comune di Ala di Stura – To) si trova sulla strada provinciale che porta al Piano della Mussa, alla sinistra ed è ben visibile.

Della frazione Cresto ne avevo già parlato qui

La Chiesetta aveva bisogno di lavori urgenti al tetto perché, come si sa, l’acqua piovana infiltrandosi nei muri crea danni ed umidità.

Finalmente la ristrutturazione è iniziata l’11 giugno grazie all’iniziativa dei volenterosi “Amici del Cresto” e, in particolare, se ne occupa l’impresa Bricco.

Per le notizie storiche ed attuali lascio la parola all’Associazione “Amici del Cresto” che gentilmente mi hanno messo a disposizione il materiale qui sotto riportato e mi tengono costantemente aggiornata.

L’ origine della frazione risale al 1000-1300, così sostiene il Canonico Solero nel suo libro, e sembra che il nome derivi da Crest (prominenza) per la conformazione del luogo sul quale è situata.

L’ attuale Cappella porta la data del 1735 ma già nel 1660 era registrato, nel libro della parrocchia di Ala, un matrimonio celebrato il 5 giugno nella Cappella del Cresto.

Interno della Cappella

Nel 1674 nella sua relazione della Visita Pastorale l’Arcivescovo di Torino  Monsignor Beggiano menziona la Chiesetta.

Nel 1735 venne ristrutturata nella attuale posizione con dimensioni minori di quelle attuali, senza campanile e sacrestia; la campana era situata sul tetto della casa  con meridiana del 1769 al centro del paese accanto al vecchio forno della Frazione.

Particolare esterno della Cappella con segni di scasso e tentato furto

In un secondo tempo fu allungata di circa tre metri e fu costruito il campanile e  una piccola sacrestia (da “Storia popolare di Ala di Stura” di Giovanni Porporato).

Da sempre gli abitanti del Cresto curano la Cappella di S. Bartolomeo.

Questa devozione e dedizione è documentata dal 1732 sui due libri che riportano nomi e atti che si susseguono da più di tre secoli .

La cura e la sorveglianza quotidiana dei residenti della frazione e le attività di manutenzione straordinaria che hanno coinvolto anche i villeggianti hanno consentito di arrestare il degrado della Cappella e  porre riparo ai tentativi di furto.

Pian Airal

Oggi si rende necessario, dopo questi interventi, procedere a un restauro complessivo .

La chiesetta di S. Bartolomeo è sottoposta a vincolo dal Ministero per i Beni e le attività Culturali tramite le Sovraintendenze preposte; sono quindi stati effettuati dei saggi stratigrafici che hanno consentito di avere una visione generale dei decori della Cappella, con questa si è potuto redigere un progetto di restauro che ha che ha avuto l’approvazione delle Sovrintendenze e siamo a disposizione per illustrarlo.

E’ stata consegnata alla Fondazione CRT la documentazione per l’ erogazione del contributo stanziato;  si e’ in attesa di una informativa riguardante i tempi di consegna alla Parrocchia.

La domanda di contributi alla Fondazione Banca Popolare di Novara ha superato un primo esame e prosegue nel suo percorso, non siamo a conoscenza dell’ entità della cifra .

Ponteggi

La Cappella di S. Bartolomeo è stata inoltre inserita nell’iniziativa del F.A.I. (Fondo Ambiente Italiano) tra  “ i luoghi del cuore” nel 2010.

Il Gruppo Alpini di Ala di Stura organizza una “polentata” per domenica 8 luglio presso il Parco Giochi al Cresto.  Segue  l’incanto il cui ricavato finanzierà parte della manutenzione straordinaria. Qui la locandina: “La poulénta aou Crest coun ii-Alpin“.

Calendario della Festività di San Bartolomeo:

  • Venerdì 24 luglio:  Santa  Messa.
  • Sabato 25 luglio:  falò a Pian Airal  (qui la descrizione del sentiero).
  • Domenica 26 luglio: celebrazione religiosa nel caso in cui non si potesse celebrare la S. Messa.

Gli Amici del Cresto

Per chi non lo sapesse, il loro logo racchiude la Cappella di San Bartolomeo all’ombra dell’ Uja di Mondrone, chiamata famigliarmente e semplicemente dai valligiani ed alpinisti “Uja”.

Info serpillo1
Frequento praticamente da sempre le Valli di Lanzo, mi piace "rallentare", nel mio tempo liberato, facendo escursionismo tutto l'anno. Sono accompagnatrice nel C.A.I.

One Response to La Cappella di San Bartolomeo

  1. Beppeley says:

    Oltre che per la valenza religliosa, trovo lodevole l’iniziativa di un gruppo di persone che cercano di preservare un bene che, a mio modesto parere, ritengo inestimabile: è il bene “paesaggio” che non è solo da intendere come un insieme di elementi naturali ma anche e soprattutto come un insieme di elementi modellati dall’uomo (come la terra) che contengono l’immagine del mondo che ci circonda, che contengono l’Uomo.

    E in questo caso, l’aspetto religioso e di comunità si fonda magistralmente con il paesaggio naturale.

    Credo che per la comunità del Crest, sia un simbolo che racchiude anche l’identità di chi abita quei luoghi.

    Sarebbe orribile pensare di non ritrovare più quella bellissima Cappella immersa in un contesto alpino magnifico.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: