Le Camminate Spirituali

Si può “incontrare” la propria anima, il proprio spirito, anche senza dover salire a tutti i costi con il SUV  fino all’Alpe d’Ovarda.

Ma per maneggiare questa “materia” così eterea e sfuggevole, ma anche così desiderosa di esprimersi nella natura che le ha dato la vita, abbiamo bisogno di lasciare in pianura le tensioni di chi ci “comanda” quotidianamente di superare i nostri limiti, di fare sempre di più, di correre come dei pazzi per andare non si sa dove.

Allora perché per una volta non “mollare gli ormeggi” e lasciarci trasportare nel nostro mondo guidati dalla nostra anima? Per andare dove lei desidera?

Dalla newsletter del Circolo dei Lettori apprendo di questa interessante iniziativa che si terrà a settembre in occasione di Torino Spiritualità:

Le Camminate Spirituali

Otto percorsi condotti da guide d’eccezione tra le valli piemontesi, per incrociare strade e sentieri, intrecciare parole e voci, riallacciare memorie e sguardi. Progetto speciale dell’edizione 2012 di Torino Spiritualità, le Camminate Spirituali, in programma sabato 22 e domenica 23 settembre, riprendono l’antica idea di pellegrinaggio in chiave laica e aconfessionale, mettendo in viaggio corpi e menti alla scoperta di straordinari paesaggi naturali e delle storie che sanno raccontare.

Ad accompagnare il cammino dei pellegrini sono Enrico Brizzi, Pino Petruzzelli, Giuseppe Cederna, Enrico Camanni, Carlo Grande, Marco Pozzi, Davide Longo, Giacomo Agazzini, Roberto Fresia, Helga Niederwald, Gabriella Brun, Valentina Porcellana: scrittori, antropologi, alpinisti, musicisti che costruiranno una strada tutta da percorrere fatta di reading, performance, racconti e musiche sui luoghi e l’arte del camminare.

Le Camminate Spirituali sono realizzate in collaborazione con Torino e le Alpi, un progetto a cura di Dislivelli con la collaborazione del Museo Nazionale della Montagna e della Compagnia di San Paolo.

Tutte le info le trovate qui: www.circololettori.it/index.php?evt[event-viewEvent]&id=716

Info Beppeley
Un amante della montagna, quella vera, non quella stereotipata della neve e dello sci. Accompagnatore del CAI, mi piace fare escursioni in tutte le stagioni cercando di vedere con occhi nuovi la montagna, trasformando la mia "vista" da cittadino adulto in quella da bambino che scopre cose nuove.

3 Responses to Le Camminate Spirituali

  1. popof1955 says:

    Bella iniziativa, un po’ tutte le nostre escursioni sono laicamente spirituali, queste che segnali sono un po’ più particolari.

  2. serpillo1 says:

    Avevo appreso da Paolo Rumiz (durante la presentazione di “La cotogna di Istanbul”) di queste camminate magari fatte all’alba o al tramonto.
    Capisci quanta strada possono fare i tuoi piedi/gambe e come hai bisogno di immergerti nella natura e meditare.
    Si puo’ essere da soli o come in questo caso accompagnati da musica o da voci narranti. Apprendi che lo spostarsi non e’ solo collegato a tuoi bisogni/esigenze reali (commissioni, impegni….) ma anche il girovagare senza meta ha un suo senso e un suo perche’.

  3. Beppeley says:

    …anche l’ascesa, verso una vetta, può essere un modo per farsi guidare dal proprio spirito…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: