La conquista della Bessanese

La Bessanese vista dal Vallone della Lombarda (versante SSO)

Nel 2007 è stato commemorato il centocinquantenario delle prime salite delle più importanti vette delle Valli di Lanzo ad opera di Antonio Tonini, ingegnere del catasto sabaudo, che le ha conquistate nel 1857. Tra le cime più rilevanti rientrano l’Uja di Ciamarella (3676 m, la montagna più alta della Valli di Lanzo), l’Uja di Bessanese, l’Uja di Mondrone, la Croce Rossa, il Monte Collerin e molto probabilmente anche la Levanna Orientale, in Val Grande di Lanzo,  sebbene non si hanno notizie precise in merito.

Stamattina scopro dal quotidiano “La Stampa” che si sta girando proprio un film sulla Bessanese, dove Tonini ha lasciato il suo “segnale” sud. Qui l’articolo intitolato “La conquista della Bessanese diventa un film” ma in verità, al di là del titolo, la trama non parla di Antonio Tonini e delle sue imprese  compiute agli albori dell’alpinismo quando il CAI non era ancora stato fondato, nemmeno quello inglese.

La notizia, in verità, era già stata data dal settimanale “il Risveglio” il 16 maggio scorso grazie ad un articolo di Gianni Castagneri. Leggi il resto dell’articolo