Anticipo d’autunno in Val d’Ala

Solo qualche giorno fa la temperatura in casa, a circa 900 metri di quota in Val di Lanzo, era di 25 gradi. Stamattina il termometro (foto a sinistra) segna 18°. Fuori la minima ha raggiunto i 9° rispetto ai 20° toccati nei giorni di massimo calore.

Fino a quasi metà mattinata è piovuto insistentemente. Dalla finestra si nota la prima neve intorno ai 2500 metri. La curiosità di vedere come è cambiata repentinamente la montagna, spingendomi verso l’alta Val d’Ala, fino sul Pian della Mussa (1800 metri circa), è forte. E così parto, facendomi guidare dall’asfalto della provinciale.

La pioggia di questi ultimi giorni ha rinvigorito la vegetazione che d’improvviso si è accesa di tinte più scintillanti ed intense come questo versante, esposto a nord, dove la foresta sembra gioire per aver finalmente goduto della tanta sospirata innaffiata. Leggi il resto dell’articolo