Rocca Davì – In ricordo di Francesco Musso

In ricordo di Francesco Musso, recentemente scomparso, e con il quale abbiamo condiviso un piccolo ma importante cammino in seno alla CRTAM Piemonte, segnaliamo che:

Domenica 7 ottobre vi sarà un’uscita a Frabosa Sottana per ricordare l’amico Francesco Musso e dedicargli un sentiero “simbolico”.

Grazie alla collaborazione del Comune e dell’Albergo Italia, la grande disponibilità del CAI Piemonte e di esponenti della TAM, invogliati dal desiderio della moglie del compianto, insieme alle testate giornalistiche interessate all’evento. Il sentiero sarà completato e allestito definitivamente in seguito.

Grazie alla collaborazione pratica della sottosezione GEB del CAI sezione di Torino e di altri volontari, il sentiero sarà percorribile comunque da tutti in totale sicurezza per la data dell’inaugurazione (informazioni ricevute via mail da Lodovico Marchisio).

Qui  il volantino dell’iniziativa.

Se qualcuno ha piacere di ricordarlo così, “libero vagabondare per i monti“, eccovi il post:

https://camoscibianchi.wordpress.com/2010/05/09/libero-vagabondare-per-i-monti/

Info serpillo1
Frequento praticamente da sempre le Valli di Lanzo, mi piace "rallentare", nel mio tempo liberato, facendo escursionismo tutto l'anno. Sono accompagnatrice nel C.A.I.

4 Responses to Rocca Davì – In ricordo di Francesco Musso

  1. ventefioca says:

    Rileggevo or ora il link che chiude il post (e basta con l’inglese, gp!) Ci sono segnali di cambiamento rispetto a due anni fa, quando si aspettava una maggiore presa di senso e di partecipazione alle sorti del pianeta? Uhm, a leggere i titoli dei giornali direi di no. Dovremmo guardare più da vicino, nel paio di scarpe/pedule/calze/sciarpe nuove che NON abbiamo comprato perché non ci interessava seguire la moda, o nel guardaroba che NON abbiamo rinnovato, o nell’inutile gadget che NON abbiamo comperato.. Ehi, ma allora siamo noi che abbiamo affossato il PIL? Scusate se sono andato fuori tema, ma in questo blog gli argomenti si tirano dietro uno con l’altro… Gp

    • Beppeley says:

      Ma il progresso si misura a suon di punti percentuali di PIL?

      Se leggi cosa diceva 60 anni fa Verrecchia, ti rendi conto che non c’è stato alcun progresso:

      “Gli italiani…non camminano e non amano la natura”.

      Camminare non è solo un gesto motorio. Credo che in 60 anni questo gesto oltre ad non essersi manifestato dal punto di vista motorio, non si è nemmeno presentato dal punto di vista simbolico.

      A tuo parere, il popolo Italiano, nel 2012, sa “camminare”?

  2. serpillo1 says:

    Ecco il link con alcune foto https://www.dropbox.com/sh/fm1ma2qb5x7rxmx/u6vhtHuwLv
    rilasciato gentilmente da chi ha partecipato all’iniziativa e qui la descrizione dell’itinerario: http://www.gulliver.it/itinerario/56639/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: