“Conquistatore dell’inutile”

Alberto Magliano in vetta al Denali (foto dal suo sito “www.sevensummits.it”)

Questo è un blog e talvolta penso che più che scrivere  di argomenti complessi e spinosi, come quello relativo alla caccia, forse dovrei semplicemente buttare giù qualche pensiero personale, che attiene ai sentimenti ed alle emozioni.

Sicuramente molti di voi avranno saputo della tragedia del Manaslu (l’ottavo “8000”) di fine settembre scorso dove, tra i tredici alpinisti morti a causa di una valanga di ghiaccio, c’è anche l’italiano Alberto Magliano.

Ogni qualvolta muore un alpinista sento come se si spegnesse una stella in cielo perché ritengo gli alpinisti straordinari ed unici messaggeri di libertà.

Quando posso osservare la volta celeste, lontano dai disturbi cittadini, una delle più intense sensazioni che provo è proprio quella relativa alla libertà che mi sa trasmettere tutto l’immenso che alberga sopra la mia testa.

Forse, proprio per percepire quella libertà, abbiamo bisogno di diventare piccoli? Insignificanti? E forse è proprio diventando un puntino su di una cima con intorno l’immenso che è più immediato provare quella sensazione?

Ho letto che Alberto Magliano si definiva “conquistatore dell’inutile”, maneggiando il titolo di un famoso libro di alpinismo scritto dal grandissimo Lionel Terray, I conquistatori dell’inutile.

Si sono spese infinite parole per tentare di afferrare, dal punto di vista letterario, cos’è l’alpinismo, ovvero cosa spinge delle donne e degli uomini a mettere in gioco la propria vita per aggrapparsi a roccia e a ghiaccio, per andare alla conquista di una vetta. Non penso sia mai servito a niente perché le motivazioni sono spesso sfuggenti ed evanescenti.

Forse come lo è l’anima?

Tramonto scendendo dal Denali (6194 m) – Foto dal sito di Alberto Magliano “www.sevensummits.it

In questo mondo dove tutto deve avere un’utilità, un fine ben preciso, e quasi sempre monetizzabile, sentire che ci sono ancora esseri umani che vivono la loro vita aspirando a spendere il proprio tempo per ciò che non ha nessuna utilità, come la conquista di una vetta, mi trasmette un profondo senso di libertà, alla faccia della tanto osannata razionalità con cui gli economisti cercano improbabili spiegazioni dei comportamenti degli attori economici.

Faccio un salto sul sito di Alberto: “www.sevensummits.it/” e leggo cosa rappresentava per lui la montagna:

“Ai tanti che in questi anni mi hanno chiesto cosa rappresenti la montagna per me – spesso un po’ stupiti nel vedere un non professionista così intensamente impegnato nell’alpinismo – ho sempre risposto che è, innanzitutto, il luogo della mia libertà.
Libertà da tutto ciò che ci vincola, ci impedisce, ci limita, vorrei dire “ci trattiene in basso”. Emblematico, per me, il titolo di uno dei tanti libri di Reinhold Messner: “La libertà di andare dove voglio”.”

Da lassù, dove brillano liberamente le stelle che tanto amo osservare, illuminaci la nostra vita, Alberto, quella di tutti i giorni, dove troppo spesso ci ritroviamo ingabbiati in mille insignificanti idiozie.

Ciao Alberto.

2 pensieri su ““Conquistatore dell’inutile”

  1. Innanzitutto non smettere di scrivere di temi spinosi e scomodi come la caccia, perché questo mi sembra ancora uno delle ultime “riserve” dove si mantengono le menti effervescenti e pronte alla argomentazione senza passare all’insulto o alla derisione di chi non si allinea al pensiero dominante. E sull’allineamento al pensiero dominante entra a bomba quel che hai scritto oggi. Ad assistere agli squallidi spettacoli e litigi di chi sgomita per un boccone in più o la gloria di un attimo mi viene davvero da pensare che tra cento anni nessuno di noi sara più qui, e allora tanto vale godersi davvero il cielo stellato o la neve che cade, partecipare per un attimo alla bellezza del creato, prima che l’attimo passi…

    "Mi piace"

  2. Beppeley

    Grazie di cuore del tuo incoraggiamento.

    Alberto Magliano mi ha commosso quando ho letto su “La Stampa” che si definiva così.

    Commento bellissimo GP. Anche tu mi hai commosso.

    "Mi piace"

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.