Una Valle di orchi e draghi

Il “basilisco” o “dragone volante”, serpente mitico rintracciabile in diverse aree alpine

Rebecca (Pif per gli amici) nel post precedente (quello sulla Valle dell’Orco) commenta chiedendomi se ci sono dei miti proprio sulla Valle dell’Orco, chiamata anche Valle di Locana. Per fare qualche ricerca in proposito parto dalla Rete e mi imbatto sul sito del Comune di Locana (sezione “Storia”) dove scopro una leggenda che parla proprio di orchi e draghi che abitavano la Valle dell’Orco. Ma allora chi avrà ragione? Verrecchia (che nelle pagine del suo libro ci spiega nel dialetto valligiano il nome del fiume Orco è Eva (= acqua) d’or), oppure la leggenda che potete leggere qui sotto?

***

C’era una volta nella valle dove si trova Locana un orco e sua moglie. Vivevano felici nella valle in buoni rapporti con gli uomini perché erano bravi e onesti.

Vissero felici e contenti per un lungo periodo finché un giorno venne ad abitare nella vallata un drago volante con la sua famiglia. Di lì iniziarono i guai dell’orco e sua moglie, perché i draghi volanti erano cattivi e disonesti: vivevano nelle grotte della montagna ma andavano spesso a saccheggiare e bruciare i paesi della vallata che per questo diventava sempre più povera.

Allora un giorno l’orco, stanco dei saccheggi che danneggiavano la valle, decise di uccidere i draghi. Si armò come si deve e andò alle caverne, ma quando uscì il drago, con uno sputo di fuoco lo bruciò vivo. In paese dopo aver saputo la notizia si misero tutti in lutto. Leggi il resto dell’articolo