Viva lo sci!

Acqua per l’innevamento articiale presa dal Lago di Lusignetto, stupendo specchio d’acqua posto a 2174 metri di quota

Da queste parti si è gia avuto modo di citare Enrico Camanni. Chi ama la letteratura di montagna lo conosce sicuramente molto bene per la sua straordinaria conoscenza del mondo alpino (quello vero…)

L’altro giorno faccio un salto sul sito dell’Associazione “Dislivelli” (di cui Camanni è Vicepresidente) e incrocio un suo scritto che ha come tema lo sci, con tutti i suoi problemi di costi, di sostenibilità e di impatto sull’ambiente alpino, soprattutto in un’epoca in cui le mutazioni climatiche non garantiranno più la neve a bassa quota (il tema di dicembre di Dislivelli attiene proprio a questo sport).

Questo scritto mi è così piaciuto che ho subito pensato di riportarlo qui, su questo diario virtuale. Sarebbe bastato un link per suggerirvi di leggerlo. Ma poterlo postare qui, dopo la gentile autorizzazione di Camanni – che ringrazio di cuore – , è un po’ come avere un ospite speciale. E, soprattutto, è un modo per sentirsi sostenuto nelle proprie idee, visto che proprio ad agosto avevo parlato dell’innevamento artificiale, che dalle parti di  Ala di Stura (Val d’Ala) per produrlo si servono addirittura delle acque cristalline di un gioiello di lago alpino, quello del Lusignetto (qui il post).

L’extraterrestre

Una fredda domenica di fine gennaio l’extraterrestre sbarcò sulla Terra, un pianeta che ancora non conosceva. Per l’atterraggio scelse la Via Lattea perché confidava di sentirsi un po’ più vicino alla sua galassia, poi gli spiegarono che non era latte di stelle ma di neve, era il latte che nasce dal freddo.

Riparandosi gli occhi dal riverbero del sole vide uomini e donne che sbarcavano dalle automobili. Equipaggiati con tute e assi colorati, – un po’ più larghi del passato, gli insegnarono due giovani – gli umani abbracciavano gli assi e affollavano le biglietterie. Compravano il biglietto con la faccia scura, separandosi mestamente dai risparmi della settimana, poi salivano su altri abitacoli trainati dai cavi, raggiungevano la cima della montagna e finalmente sorridevano alla vita: ora potevano scivolare senza pensieri, scordando per incanto la causa delle loro pene. Era quello che si comprava con il biglietto, comprese l’alieno: l’amnesia e l’incanto.

L’extraterrestre ammirò i suoi ospiti che segnavano il pendio con curve generose, osservò il bianco terreno disegnato dalla forza centrifuga e aspettò che il primo gruppo tornasse all’automobile. L’alieno era curioso, voleva capire. Si avvicinò a un uomo in tuta arancio e gli chiese gentilmente notizie del suo mondo.

Non va bene, rispose l’uomo, c’è la crisi e mancano i soldi per ogni cosa.

Una donna precisò che le tasse strozzavano i cittadini, un’altra che la benzina costava una fortuna (come ogni tipo di energia, puntualizzò agitando le braccia) e che adesso la gente capiva perché il petrolio si chiama oro nero.

Il secondo uomo del gruppo aggiunse che faceva sempre più caldo per via del riscaldamento globale. Una volta si sciava sulla farina di neve naturale, adesso invece bisognava fabbricarla e spararla con i cannoni.

Addolorato dai problemi dei terrestri, e forse anche un po’ confuso dalle loro argomentazioni, il forestiero li pregò di rispondere a due semplici domande:

«Perché fa così caldo nel vostro mondo?» chiese.

«Perché bruciamo troppi combustibili fossili» rispose il secondo uomo.

«E come fate a fabbricare la neve?»

«Con i motori elettrici dei cannoni.»

A quel punto s’impose una terza domanda:

«Da dove viene l’energia elettrica?»

«Sempre dai combustibili fossili, per la maggior parte.»

Allora l’extraterrestre se ne andò via turbato. Cortesemente ma se ne andò, perché diffidava di quegli strani esseri (più alienati di me, pensò l’alieno) che fabbricavano il freddo e il caldo allo stesso modo.

Enrico Camanni

Gli articoli dello speciale di dicembre di Dislivelli:

Info Beppeley
Un amante della montagna, quella vera, non quella stereotipata della neve e dello sci. Accompagnatore del CAI, mi piace fare escursioni in tutte le stagioni cercando di vedere con occhi nuovi la montagna, trasformando la mia "vista" da cittadino adulto in quella da bambino che scopre cose nuove.

13 Responses to Viva lo sci!

  1. Rebecca says:

    Quanto bello questo racconto.. io credo fortemente in una vita extraterrestre (un giorno ti racconto qualcosa di speciale) e posso capire perche loro non vogliano avere nulla aver da fare con noi.. questo post ha toccato il profondo del mio cuore.. grazie per averlo postato.. vi abbraccio tutti con amicizia Pif♥

    Mi piace

  2. Riccardo says:

    Stiamo per diventare alieni sul nostro stesso pianeta. In fondo, perché nel cinema e nella letteratura l’alieno è sempre un nemico da combattere, un nemico della Terra… combattiamo contro noi stessi.

    Mi piace

  3. martellot says:

    Molto bello questo racconto!

    Mi piace

  4. MS says:

    Ciao, volevo segnalare un interessante documento CAI sul turismo da sci http://www.cai.it/fileadmin/documenti/documenti_pdf/Ambiente/L_impatto_ambientale_dello_sci.pdf

    Mi piace

  5. serpillo1 says:

    Mi immagino di essere io l’alieno e penso:

    -L’uomo si ritiene tanto intelligente e furbo nel produrre neve artificiale per poter sciare sulle piste e pensa di raggirare la mancanza di neve “naturale” con quella artificiale ma il vento caldo e le miti temperature (anche di notte) non sempre lo permettono…-

    Mi piace

    • Beppeley says:

      Dobbiamo imparare ad adattarci ai cambiamenti climatici… cambiando un po’ la nostra visione del mondo…

      Non esiste solo lo sci che ci fa divertire in montagna…anzi…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: