Patrimonio escursionistico

AVCDall’ultima newsletter n.10 “Tele di Ragno” della Rete Escursionistica Regione Piemonte leggo volentieri dei lavori di recupero e di sistemazione di due sentieri all’interno del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Si tratta dell’Alta Via Canavesana e del Sentiero di Caccia.

Questi interventi sono stati concretizzati dalla Comunità Montana Valli Orco e Soana grazie ai finanziamenti ottenuti dal Programma di Sviluppo Rurale (P.S.R. 2007-2013, Misura 313, azione 1) che è “il principale strumento strategico di pianificazione e intervento per tutti i settori e le attività produttive del mondo rurale piemontese”.

Il mio pensiero vola alle tanto amate ma – ahimé –  trascurate Valli di Lanzo e mentalmente percorro i sentieri che personalmente ritengo varrebbe la pena recuperare e manutenere affinché siano praticabili a livello escursionistico (vista anche la loro notevole importanza dal punto di vista culturale e turistico).

Proprio sul settimanale “Il Risveglio” del 13 dicembre 2012 compare un articoletto che parla dei progetti del GAL (Gruppo di azione locale delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone) nel 2013.  Verrà presentato alla Regione un bando pubblico che permetterà l’assegnazione di un contributo a fondo perduto del 100% ai Comuni che realizzeranno, in aree boscate,  itinerari e percorsi turistici. La somma disponibile per i progetti è pari a 900 mila euro. Leggi il resto dell’articolo