Senza parole

cartello

Sulla carrareccia per raggiungere il Monte San Bernardo (Val Maira)

Info serpillo1
Frequento praticamente da sempre le Valli di Lanzo, mi piace "rallentare", nel mio tempo liberato, facendo escursionismo tutto l'anno. Sono accompagnatrice nel C.A.I.

6 Responses to Senza parole

  1. Rebecca says:

    Io avrei fatto una cartella con il divieto…

    Mi piace

  2. fulvio says:

    i mezzi a motore non dovrebbero nemmeno transitare in montagna per rispetto degli animali che rimangono spaventati,della flora alpina che si calpesta inutilmente dell’inquinamento portato dai tubi di scappamento e dei sentieri che vengono massacrati.

    Mi piace

  3. paologiac says:

    Sono appena rientrato da un’escursione in Val Sangone dove tutto il sentiero che ho percorso era segnato dal passaggio di un motociclista.

    Mi piace

  4. souleiado says:

    Credo che sia una vergogna, in certi luoghi le moto non dovrebbero assolutamente transitare, e pertanto è sciocco “pregare” che questi individui facciano attenzione a non rovinare troppo il terreno…il terreno si lacera perdendo coerenza e la fauna si spaventa. Tra l’altro questo è già il periodo delle nascite per i selvatici – che va da maggio a luglio, più o meno – e troppo rumore rischia di disturbare i genitori mettendo anche a repentaglio i cuccioli, di qualunque specie essi siano…Esistono luoghi preposti al motocross, aree regolamentate, che questi presunti amanti della natura sloggino altrove una volta per tutte!

    Mi piace

  5. popof1955 says:

    Capisco la voglia di scorribanda dei motociclisti, se venisse regolamentata sarebbe una gran cosa. Vuoi fare cross? Paga un pedaggio per la sistemazione del fondo e solo in luoghi consentiti. D’altronde le nostre auto possono fare anche i 190 all’ora, se proprio voglio togliermi il gusto o vado in Germania (su alcune strade) o su una pista, sarei uno scellerato se pigiassi l’acceleratore oltre il consentito sulle nostre strade.
    In Svizzera molte strade di montagna sono a pedaggio, anche quello può essere un modo per dare lavoro..

    Mi piace

  6. serpillo1 says:

    Parlando del Piemonte, la legge regionale n.32 del 2 nov 1982 dice:

    “..Su tutto il territorio regionale e’ vietato compiere, con mezzi motorizzati, percorsi fuoristrada. Tale divieto e’ esteso anche ai sentieri di montagna e alle mulattiere, nonche’ alle piste e strade forestali..”
    “I comuni, sentite le comunità montane e le comunità collinari, possono individuare, dotandoli di opportuna segnalazione, percorsi a fini turistici e sportivi non competitivi, su tracciati già esistenti sul territorio

    e poi la legge regionale n.12 del 18 feb 2010:

    “..I sentieri e le mulattiere inclusi nella rete regionale non possono essere individuati dai comuni per l’attività dei mezzi motorizzati anche in deroga alla legislazione vigente..”.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: