Ghicet Paschiet

Passo PaschietUna delle mie escursioni di inizio agosto mi ha portato a curiosare nuovamente, dopo tanti anni, al Passo Paschiet o, come scrisse Giulio Berutto sulla Guida I.G.C. Valli di Lanzo e Moncenisio, il Ghicet Paschiet (2431 m).

E’ una camminata in un ambiente di grande bellezza ricco di larici e rododendri, pascoli alpini e dominato, nella parte finale più ricca di pietrame, dall’imponente mole della Torre d’Ovarda. I suggestivi Laghi Verdi, che si incontrano lungo il percorso, sono ricchi d’acqua come da tempo non succedeva in questo periodo.

Alcune ragazze della Valle d’Aosta, in villeggiatura a Balme diversi anni fa, sono rimaste entusiaste di questi luoghi: “Averne di posti così da noi, poco frequentati, dove puoi godere di pace e benessere ed osservare i camosci al pascolo. Peccato che sono poco valorizzati…”. Percorrendo il ponte sulla Stura di Ala, prima di attraversare la frazione di Balme dei Cornetti, la Bessanese è sovrastata da una nube lattiginosa.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Parcheggiato davanti al posto tappa G.T.A. Les Montagnards mi incammino, zaino in spalla, nel versante all’anvers (versante in ombra). Sono le 7 ma sembra, data l’alta temperatura, di essere in un forno con aria ventilata.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Lascio alle spalle la borgata Li Frè – nata da famiglie bergamasche trasferitesi in valle per la rigogliosa attività mineraria e poi convertita all’agricoltura ed all’allevamento – e  mi avvicino al ponte di legno che mi introduce nel Vallone Paschiet.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Fino alle 9 30 quasi non ho visto il sole e sono salita verso il Colle con pensieri sempre più leggeri.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Arrivata, incontro già 4 persone ed altre, in lontananza, stavano giungendo! Ed io che pensavo di essere sola…

Una giovane coppia, preveniente dalla Val di Viù, sta leggendo una relazione su una via alpinistica della Torre d’Ovarda. Poco dopo si incammina alla base della via che seguiranno mentre una sorridente escursionista perlustra la zona per la prossima ascensione alla Punta Golai. Un altro viandante invece contempla il panorama, raccontando che il giorno prima è stato alla Festa del Lago della Rossa dove c’è ancora neve!

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Ognuno di essi, poco dopo, è sceso per proprio conto. Io invece mi sono fermata un po’ ai Laghi per specchiarmi nello stupendo verde smeraldo delle acque e poi, nel primo pomeriggio, ci siamo ritrovati, senza dirci nulla, alle macchine per un saluto e per sapere come era andata la giornata sui monti.

Mi è piaciuto questo gesto e ringrazio sentitamente queste persone di cui non conosco il nome ma so la provenienza e l’età.

*** *** *** *** ***

Itinerario escursionistico Cornetti (1446 m) – Ghicet Paschiet (2431 m)

Località di partenza: Cornetti 1446 m (frazione di Balme)

Dislivello in salita: 985 m

Tempo di salita: 3h circa

Difficoltà: E

Cartografia: Alte Valli di Lanzo carta n.17, scala 1:25000, edita da L’Escursionista & Monti editore; Valli di Lanzo n.8, scala 1:25000, edita da Fraternali editoriPaleria

Segnavia: 214 (tracciato G.T.A. – Grande Traversata della Alpi)

Dalla frazione dei Cornetti (merita un’occhiata per osservare i particolari dell’architettura montana come pure la borgata i Frè) seguire la strada asfaltata e costeggiare il Rio Paschiet sulla sinistra idrografica. Superata la Frazione dei Frè (1595 m) e raggiunto uno slargo, attraversare il Rio su un ponte di legno.

I bolli bianco-rossi e la segnaletica orizzontale, da poco rifatti, permettono, inoltrandosi in radure di larici, di giungere, con facilità, prima l’Alpe Pian Salè (1583 m – 25 min.)

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

e poi l’Alpe Garavela (1744 m – 45 min.) avendo come sottofondo il gorgheggiare del Rio Paschiet.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

A quota 1905 m si trova il bivio per il Lago Paschiet (2003 m – 30 min.) il cui sentiero permette di raggiungere e vedere dall’alto, uno dei Laghi Verdi. Se si vuole evitare la deviazione, proseguire in salita senza attraversare il Rio ed in breve raggiungere i ruderi dell’Alpe Pian Buet (2006 m).

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Lasciando alla sinistra una non evidente traccia che porta al Colle del Vallonetto (2455 m – segnavia 215), continuare per l’evidente sentiero. Dopo circa 20 minuti di marcia si arriva al primo dei Laghi Verdi (2142 m)

Uno dei due Laghi Verdi

Questa foto mi piace particolarmente: il paesaggio ed il cielo si mirano nel lago di montagna.

e costeggiando il laghetto si raggiunge il secondo (2168 m).

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Proseguendo in direzione S-O si incrocia il Bivacco Gandolfo (2272 m – 15 min.)

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

e verso S-E si giunge al Passo Paschiet (2431 m – 1h). Nell’ultimo tratto domina e rende compagnia, nella convalle di pietrame, il versante settentrionale della Torre d’Ovarda.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Dal Passo Paschiet si può compiere la traversata (GTA), nella Valle di Viù fino ad Usseglio o a Lemie. Oppure osare su cresta erbosa e concatenare la Punta Golai alla Cima Chiavesso (EE), scendere al Colle del Vallonetto e toccare la già vista Alpe Pian Buet; oppure inoltrarsi nel selvaggio Vallone di Vallonetto modellato da antichi ghiacciai e raggiungere il Lago Casias (dal Colle del Vallonetto al Lago Casias la traccia è invasa dalla vegetazione e si rintracciano rari bolli rossi).

Ma queste sono altre escursioni…

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Laghi Verdi scendendo dal Ghicet Paschiet

Info serpillo1
Frequento praticamente da sempre le Valli di Lanzo, mi piace "rallentare", nel mio tempo liberato, facendo escursionismo tutto l'anno. Sono accompagnatrice nel C.A.I.

2 Responses to Ghicet Paschiet

  1. Beppeley says:

    Bellissimo percorso.

    I laghi sono di un colore unico. Stupendi.

    La GTA passa anche da lì… ma lo sapranno gli “amministratori” dei comuni montani?

    Lo sanno che ci sono dei luoghi meravigliosi tra le Alpi molto amati e turisticamente molto appetibili?

    O, forse, “hanno ben altro a cui pensare” come ho potuto leggere in questo commento…

    http://ventefioca.wordpress.com/2013/08/28/un-esile-filo-darianna-punta-del-rous/#comment-757

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: