Conversazione coi morti

Nella cultura alpina ed anche nell’Ossola è frequente trovare leggende dove una persona viva cerca di origliare e captare le conversazioni dei morti per avere notizie del proprio futuro.

Il primo di novembre i morti ritornano nei luoghi a loro cari dove hanno trascorso la loro vita e pare che in quel momento le pene che stanno scontando vengano lenite.

A Macugnaga, la notte del 2 novembre, i morti si radunano nella Chiesa Vecchia ed elencano, come una litania, i nomi di coloro che, entro un anno, moriranno e verranno sepolti nel cimitero.

Una volta, un uomo temerario e curioso, è entrato in Chiesa prima della loro venuta per apprendere i loro segreti. Leggi il resto dell’articolo