Ultima chiamata

terraLa Società Meteorologica Italiana sostiene il documentario “Last call sulla straordinaria narrazione del rapporto “I limiti dello sviluppo“, nato dall’intuizione del manager torinese Aurelio Peccei nel 1972.

Attraverso le interviste dei protagonisti che al MIT idearono il primo modello di simulazione del funzionamento della società umana in relazione al prelievo di risorse naturali e alla produzione di rifiuti e inquinanti, si constaterà come si siano persi quarant’anni nel prendere atto dell’impossibilità di realizzare una crescita economica infinita, e nonostante i sintomi oggi evidenti, ancora si stenti ad assumere decisioni incisive sulla sostenibilità globale. -da Nimbus-

I nuovi limiti dello sviluppoTrent’anni dopo gli stessi autori si sono ritrovati ed hanno confermato le loro previsioni. I tre scienziati hanno usato metodi ben più moderni e precisi ma il “vecchio” risultato non cambia: l’uomo e le attività umane influiscono pesantemente e negativamente sul clima, sulle risorse naturali, sulle foreste, sull’acqua, sugli animali, sulla biodiversità.

Le risorse del pianeta non sono infinite: il nostro ritmo vorace la sta distruggendo.

Siamo oltre il limite: dal 20 agosto 2013 siamo in riserva. Stiamo consumando le risorse non di un pianeta bensì di un pianeta e mezzo: questo ci dice che stiamo intaccando il capitale, i frutti li abbiamo ormai già tutti consumati. Questo conteggio è stato calcolato dall’Ong Global Footprint Network.

Scegliamo e decidiamo per lei.

Abbiamo una sola Terra, impariamo ad amarla e rispettarla!

***

Chi volesse vedere questo documentario può farlo giovedì 28 novembre alle ore 20:45. Viene proiettato in occasione del convegno “Aurelio Peccei -dalla resistenza antifascista al limite della crescita-“. Il ricco programma è stato organizzato dal Comitato Provinciale ANPI di Torino presso il Cecchi Point di Torino. Qui il volantino con le informazioni dettagliate.

Info serpillo1
Frequento praticamente da sempre le Valli di Lanzo, mi piace "rallentare", nel mio tempo liberato, facendo escursionismo tutto l'anno. Sono accompagnatrice nel C.A.I.

3 Responses to Ultima chiamata

  1. serpillo1 says:

    Lascio questo link che parla di Aurelio Peccei, industriale-ambientalista:

    https://camoscibianchi.files.wordpress.com/2013/11/articolo-la-stampa-peccei.pdf

    Si tratta di un interessante articolo de La Stampa -Sezione In città pag.59- di domenica 24 nov 2013 scritto da Giorgio Ballario.

  2. Giorgio Inaudi says:

    ciao Serpillo, grazie per la segnalazione. Aurelio Peccei era zio di mia moglie Silvia e ne conserviamo un caro ricordo. nelle vacanze di Natale saremo a Balme e sarebbe l’occasione per darti quel volume su Toni di Touni che ancora ti manca.
    a presto
    Giorgio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: