Un’estate sottotono?

Che sia stata una stagione invernale piuttosto nevosa sulle Alpi piemontesi non ci sono dubbi, gli articoli pubblicati sul sito della Società Meteorologica Italiana (SMI) spiegano infatti come l’inverno trascorso abbia apportato, soprattutto dal Monte Rosa verso Est, notevoli quantità di neve. Per confermare queste informazioni, e per sottolineare come la stagione estiva in corso sia iniziata in sordina, vorrei postare due immagini che ritraggono la Ciamarella ripresa dalla collina di Torino.

Mentre la prima immagine si riferisce al 15 luglio 2012, la seconda al 30 giugno 2014.

La Ciamarella vista dalla collina torinese il 15 luglio 2012

La Ciamarella vista dalla collina torinese il 15 luglio 2012

La Ciamarella vista dalla collina torinese il 30 giugno 2014

La Ciamarella vista dalla collina torinese il 30 giugno 2014

E’ vero che la prima fotografia è stata scattata in un periodo estivo diverso da quello della seconda, ovvero quindici giorni dopo, ed è anche vero che quindici giorni in più a luglio possono determinare anche importanti perdite di neve e ghiaccio, a causa del caldo, ma mi sento di poter tranquillamente affermare che la situazione è perfettamente paragonabile dal momento che fino ad ora, visto l’andamento “primaverile” della stagione estiva in corso, almeno fino a qualche giorno fa, non dovrebbe esserci stata una ulteriore intensa fusione della neve invernale residua. A parte un periodo molto caldo ma breve nel mese di giugno, ed escludendo le ultime giornate, non è anzi da escludere che alte vette come la Ciamarella abbia addirittura accumulato altra neve fresca nella prima decade di luglio. Ecco allora un semplice confronto tra la vetta a due anni di distanza. In questi anni di cambiamenti climatici orientati sempre più verso il caldo, mi colpisce vedere ancora delle cornici lungo la cresta Est della montagna.

Le cornici di neve sulla cresta Est della Ciamarella il 30 06 2014

Le cornici di neve sulla cresta Est della Ciamarella il 30.06.2014

Contando la gran quantità di neve ancora presente in quota, e contando la stagione sottotono che (fino a qualche giorno fa) ci ha accompagnato, inizio a sperare che forse quest’anno i ghiacciai potranno non ritirarsi ulteriormente al contrario di quanto hanno fatto negli ultimi anni o, più ottimisticamente, potranno magari anche guadagnare un po’ dello spazio perduto a causa delle canicole degli anni passati. E’ certo che i prossimi giorni, che saranno decisamente caldi, faranno fondere un bel po’ di neve residua ma già nel fine settimana è prevista una riduzione delle temperature per tornare magari a condizioni ideali per la conservazione della neve alle quote più elevate.

Comunque sia, per vedere come saranno andate le cose per le nostre montagne ci ri-aggiorniamo a fine estate osservando in quali condizioni si presenteranno i nostri ghiacciai e (con molta fortuna), magari potremo rivedere panorami caratteristici delle Alpi, non dico di fine ottocento, con ghiacciai con estensioni circa doppie rispetto a quelle odierne, ma almeno simili ai panorami che si presentavano negli anni ’70. Vedremo… e soprattutto…. speriamo!

Info martellot
Appassionato di montagna, di fauna e di ambiente. Un frequentatore della montagna "di un tempo"

6 Responses to Un’estate sottotono?

  1. Beppeley says:

    Grazie delle belle foto e delle acute osservazioni.

    Personalmente sono molto pessimista. Forse avremo ancora, in futuro, qualche estate fuori dal trend degli ultimi anni (molto calde) ma le previsioni di lungo periodo, elaborate dagli scienziati del clima, lasciano ben poche speranze.

    Dovremmo già iniziare a prendere serie misure per adattarci ai cambiamenti climatici che ci faranno vedere meno ghiacciai e meno acqua nei torrenti alpini mentre dovremo abituarci a montagne più secche e petrose (la Ciamarella tra qualche decina d’anni sarà solo più un’escursione, senza bisogno di legarsi ed indossare i ramponi per attraversarne il ghiacciaio).

    Se penso che tutto ciò è anche causa nostra, non mi sento molto felice immaginando le future generazioni a cui lasceremo un pianeta poco vivibile e montagne molto meno appetibili.

    Tanto per rimanere in tema di acqua, ti suggerisco di leggere l’editoriale di Gorbaciov che ha scritto per La Stampa di oggi (17/7/14):

    “Gorbaciov: il nostro futuro in un patto sull’acqua” http://romanofulvio.blogspot.it/2014/07/gorbaciov-il-nostro-futuro-in-un-patto.html

    • martellot says:

      Eh sì Beppeley, credo anche io che l’estate in corso porterà comunque ad una ulteriore perdita di massa glaciale. Ogni anno in cui l’estate parte sotto tono inizio a sperare in una continuazione fresca della stagione. In realtà quella che per noi oggi è un’estate sotto tono magari potrebbe essere un’estate con temperature nella norma perché ormai ci siamo abituati a temperature ben più alte di quelle di un tempo e gli standard di caldo e freddo non sono più quelli anche solo dei nostri genitori. Ricordo a questo proposito l’esempio di Luca Mercalli relativo alla rana messa nell’acqua calda che si abitua anche se la temperatura raggiunge valori elevatissimi….

    • martellot says:

      Alla fine Beppe avevi ragione tu! Dopo un anno piuttosto nevoso in quota, un’estate molto piovosa ma solo relativamente fresca e dopo un settembre tardivamente caldo, molti ghiacciai (almeno alle basse quote) hanno avuto anche quest’anno delle perdite in termini di massa glaciale. Direi che, a questo punto, possiamo solo aspettarci il colpo di grazia della fine dei ghiacciai posti più in basso sulle nostre Alpi. Qui un report della Società Meteorologica Italiana: http://www.nimbus.it/ghiacciai/2014/141002_vologhiacciaialpiW.htm

  2. serpillo1 says:

    Resilienza e resistenza. Questa è la “parola d’ordine” che è utile e lo sarà ancor di più negli anni a venire..
    Grazie Martellot delle tue comparazioni. A presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: