Andar per piste nelle Valli di Lanzo

Piste

Pista del Pasé (Val Grande di Lanzo)

“Costruire per distruggere, nascere per morire, salire per poi ridiscendere ed ancora risalire per poi nuovamente ridiscendere. Una vera e propria ossessione che collega in un unico filone Natura, Uomo e agire dell’Uomo.”

Gian Piero Motti

Nell’anno 2000 Roberto Bergamino, grande estimatore e conoscitore delle bellezze delle Valli di Lanzo, pubblicò un bel libro che mi permise di scoprire i meravigliosi specchi d’acqua alpini delle Valli di Lanzo – Andar per laghi nelle Valli di Lanzo -, compreso il bellissimo Gran Lago d’Unghiasse (2500 m) il cui omonimo Vallone d’accesso è ora stravolto dalla pista del Pasé, la sterrata che Pro Natura aveva fermato nel 1998. Adesso, viste le compromissioni importanti che sta subendo il territorio delle Valli, attendiamo il suo nuovo libro “Andar per piste nelle Valli di Lanzo” tenendo anche conto che la millenaria rete sentieristica di queste Valli sta precocemente scomparendo, sia perché non ne viene fatta manutenzione, sia perché in parte è già stata smantellata dalle sterrate che sono state costruite negli anni passati e sia perché con i prossimi 30 chilometri di piste forestali verrà praticamente spazzata via, anche prendendo atto che le amministrazioni locali non sono state in grado di attrarre un solo euro di finanziamento recentemente erogato dalla Regione Piemonte per fare la manutenzione dei sentieri, con tanti saluti alla Legge regionale n. 12 del 18 febbraio 2010 sul “Recupero e valorizzazione del patrimonio escursionistico del Piemonte.

segnaletica verticale

Segnaletica verticale su sentieri storici nelle Valli di Lanzo (Comune di Mezzenile)

Perdere queste opportunità, sommandoci l’euforia da piste forestali, è molto grave e dimostra la mancanza di rispetto delle terre alte (ma sarà del tutto casuale?) e la totale ignoranza verso la cultura dell’escursionismo di cui la sentieristica svolge ovviamente un ruolo centrale, in quanto permette di conoscere e comprendere la montagna (i sentieri sono “autentici prodotti culturali nati con il diffondersi capillare degli insediamenti umani sull’arco alpino“, così Annibale Salsa).

Di seguito trovate le foto di Marco sulle nuove piste forestali che salgono da Cantoira (Val Grande di Lanzo), verso la rupe ove sorge il Santuario di Santa Cristina (1340 m), andando ad impattare sui sentieri n. 301 e n. 301A (rientranti nel catasto regionale dei sentieri) dopo che il Cai di Lanzo a maggio si era prodigato (essendo stato chiamato proprio dal Comune di Cantoira) di ripristinarli e  curane  la manutenzione – si cerca il Cai per la manutenzione e poi si sguinzagliano le ruspe? Le foto sono state scattate da Marco dopo averci informato con un commento postato l’11 agosto scorso sul post “Il Pasé. E una strada, o due…”. Eccolo:

Sabato scorso sono salito a Santa Cristina e sono rimasto senza parole…
Esisteva già un tratto di strada forestale, costruita alcuni anni fa, che partiva da Inverso e saliva verso Santa Cristina tagliando in due punti il sentiero di salita; le nuove opere consistono nel proseguimento di questa strada verso il Santuario dalla quale si stacca una diramazione a destra che raggiunge Piano degli Uccelli e torna indietro fino a Senale.
Quest’ultimo tratto è terminato.
Il tratto verso Santa Cristina e oramai giunto a poco più di duecento metri (in linea d’aria) dall’inizio della scalinata […]
[…] lo scempio effettuato è impressionante, considerata anche la notevole larghezza della strada (due auto si incrociano comodamente). Col tempo la natura mitigherà sicuramente la situazione però ora…
Il sentiero per il Santuario, attraverso il quale per centinaia di anni i cantoiresi (e non) salivano pregando per chiedere l’intercessione della Santa, è stato divelto in più punti.
Considero quest’opera una vera è propria profanazione di un luogo sacro… ma evidentemente non è così per i cantoiresi e la loro Amministrazione.
Si parla di rilancio dell’economia, magari green economy, strada necessaria per agevolare il taglio degli alberi, posti di lavoro ecc, ecc…
Ma quanti tagli di alberi avete visto lungo le strade già esistenti negli ultimi anni… io vedo solo un bosco pressoché impenetrabile a lambire addirittura le abitazioni di fondovalle…
E’ stata fatta una valutazione sull’impatto economico ? Ovvero quali e quante sono le aziende che beneficeranno di questi interventi, quanti sono realmente i posti di lavoro che tutto ciò creerà, oppure il tutto si esaurirà nel taglio di un paio di alberi all’anno per il camino di casa (e magari in qualche affrettata ristrutturazione di baite usufruendo di qualche prestito a fondo perduto).
Il tutto è stato fatto a tempo di record e nel più totale silenzio… e per un paese come l’Italia questo non è un buon segno.

Quelle che avete appena visto sono solo una parte delle foto che ci ha trasmesso Marco. Qui di seguito i link per vedere le restanti:

  • galleria foto
  • slideshow (il pulsante in basso a destra permette la visualizzazione a tutto schermo; tasto “esc” per uscire)

Invito tutti coloro che hanno foto delle nuove piste forestali di trasmettele alla mail dei camosci bianchi (camoscibianchi@gmail.com). La prossima che verrà costruita, come segnalatoci con questo commento, sarà quella per San Domenico (1770 m), crocevia di sentieri come il n. 329 per il Monte Bellavarda, sempre nel Comune di Cantoira.

Grazie.

Info Beppeley
Un amante della montagna, quella vera, non quella stereotipata della neve e dello sci. Accompagnatore del CAI, mi piace fare escursioni in tutte le stagioni cercando di vedere con occhi nuovi la montagna, trasformando la mia "vista" da cittadino adulto in quella da bambino che scopre cose nuove.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: