Bialowieza Puszcza

Ogni volta che leggo i commenti di marcopolacco, che sempre condivido, mi viene in mente un libro, – Il mondo senza di noi, di Alan Weisman – il cui primo capitolo parla di un Eden che si trova a cavallo del confine fra Polonia e Bielorussia.

Questo capitolo, che riporto qui, penso sia un’ottima scusa per onorare un amico virtuale che ama commentare su questo spazio: una sorta di ringraziamento pensando anche al fatto che marcopolacco non ha un suo blog personale. Con la speranza di sentire proprio da lui raccontarci qualcosa di quella foresta vergine che ricopriva tutta l’Europa.

Leggendo la Guida Naturalistica al Parco Orsiera Rocciavrè, ho scoperto che esisteva in Europa, al culmine del periodo freddo, durante le glaciazioni, un “corridoio” con larghezza minima di 300 chilometri, esteso in direzione Est-Ovest, che permise alle piante di origine artica, concluse le glaciazioni, di riconquistare i rilievi alpini. Mi sono sempre chiesto se tra queste piante c’era anche qualche specie che arrivava proprio dalla Bialowieza Puszcza. Se qualcuno di voi ne sa qualcosa, magari proprio marcopolacco, sarei felice di avere delle risposte in merito. Magari scopriamo che c’è un po’ di Polonia sulle nostre Alpi…

Leggi il resto dell’articolo