Ritorno a Cima Sasso

DSCF5168Come era stato anticipato nel post su Cima Sasso, il 25-26 Maggio ci siamo tornati con gli amici del CAI di Lanzo. L’escursione, perfettamente fattibile in giornata, è stata spezzata in due giorni per renderla più godibile data la distanza da percorrere in auto.

Le previsioni meteo sfavorevoli ed una serie di contrattempi hanno fatto si che ci siano state molte rinunce ed alla fine siamo rimasti solo in cinque. Nonostante tutto, il tempo ha deciso di premiarci e le due giornate sono state discrete e molto meglio delle previsioni….peccato per chi non ha potuto venire!

Leggi il resto dell’articolo

Cicogna 2 – “A volte ritornano”

Da un paio di settimane la voglia di fare un’escursione, di andarsene a spasso per i monti, stava diventando sempre più imperiosa. Purtroppo i fine settimana ultimamente erano sempre pieni di altri impegni, e i giorni feriali, quei pochi con previsioni del tempo decorose, altrettanto impegnati.

occhieggia il verbano

Quel lunedì, senza grandi speranze, Piero appena arrivato in ufficio, dà un’occhiata alle previsioni di 3B. Leggi il resto dell’articolo

Ultimo paradiso?

“Val Grande ultimo paradiso” è il titolo un po’ retorico del libro che Teresio Valsesia ha scritto, ormai 27 anni fa, su questa poco conosciuta valle piemontese e su quello che è sicuramente il meno conosciuto e più selvaggio parco Nazionale italiano. Non stò parlando ovviamente dell’altra Val Grande, una delle tre valli di Lanzo, ma di quella zona delle Lepontine incuneata tra il lago Maggiore, il solco principale della Val d’Ossola (Valle del Toce) e le valli Vigezzo e Cannobina. Valle remota e poco conosciuta dai Torinesi, tante altre valli più vicine abbiamo da esplorare, è però, assieme alle valli ossolane, un vero gioiello che merita di fare qualche chilometro in più per scoprirla. Qui potete vedere una mappa dell’area (il parco è la zona verde al centro)

Il Pedum, montagna simbolo e cuore selvaggio del parco

Leggi il resto dell’articolo